Riepilogo degli sconti validi sui nostri servizi
#IoRestoACasa
assdfasdfsdaf
 
  Clienti +39 0575 0504
  Partner e CDRL +39 0575 0500
Lun/Ven 08.30-18.00
 
Fatturazione Elettronica > Fatturazione Elettronica > 10 - Creazione fattura guidata > Creazione fattura guidata: impostazione del regime fiscale

10.5 Creazione fattura guidata: impostazione del regime fiscale

La sezione regime fiscale permette di impostare i seguenti parametri: esigibilità iva, cassa previdenziale e ritenuta. I campi sono precompilati di default dal sistema in base ai valori eventualmente indicati in fase di prima configurazione del regime fiscale o successive modifiche apportate dal menu "configurazione > regime fiscale" (è visibile la scritta attivo in verde in corrispondenza dei parametri salvati). 

È possibile variare e/o aggiungere tutte le informazioni fiscali necessarie all'emissione del documento. Le modifiche apportate in fase di creazione fattura non incidono sulle configurazioni salvate nel menu configurazione > regime fiscale dove i valori restano i medesimi (per variare i dati regime fiscale predefiniti visionare la guida dedicata). Di seguito l'elenco dei dati suddivisi per macroaree:
La sezione creazione fattura guidata > regime fiscale > esigibilità iva consente di indicare il regime di esigibilità dell'IVA (differita o immediata) o la modalità di versamento dell'imposta (scissione dei pagamenti). In particolare, dall'apposito menù a tendina è possibile scegliere:
  1. IVA ad esigibilità immediata: selezionando l'opzione il versamento dell'IVA avviene al momento dell'emissione della fattura, anche se non ancora pagata;
  2. IVA ad esigibilità differita: il versamento dell'IVA avviene al momento della riscossione della fattura;
  3. scissione dei pagamenti: attivando l’opzione la PA paga direttamente l'importo IVA all'erario e quindi chi emette fattura riceve gli importi al netto dell'IVA: 

La sezione creazione fattura guidata > regime fiscale > cassa previdenziale consente di impostare fino a tre posizioni contributive previdenziali da applicare nella fattura in creazione. Per procedere, in corrispondenza della posizione contributiva previdenziale che si vuole inserire, spuntare il campo disattivato per visualizzarlo in verde e attivo e cliccare su modifica (direttamente su modifica qualora la posizione contributiva sia stata già configurata e si voglia variare i dati forniti):



Si visualizzano i parametri da impostare:
  1. tipo cassa (campo obbligatorio): scegliere l'opzione desiderata tra quelle indicate nel menu a tendina (ad esempio cassa previdenza dottori commercialisti come in figura esemplificativa sottostante);
  2. aliquota cassa (campo obbligatorio): indicare il valore dell'aliquota contributiva prevista per la cassa di previdenza (inserire il valore senza il simbolo percentuale, ad esempio 22) e la percentuale dell'imponibile sulla quale deve essere calcolata;
  3. trattenuta/rivalsa (campo obbligatorio): consente di impostare i seguenti parametri:
    • rivalsa: se si sceglie questa voce l'importo del contributo previdenziale viene addebitato in fattura al cliente, aumentando il netto a pagare;
    • trattenuta: se si sceglie questa voce l'importo del contributo previdenziale viene sottratto dal netto a pagare e versato dal cliente;
  4. codice IVA (campo obbligatorio): indicare l'aliquota IVA applicata all'importo contributivo (inserire il valore senza il simbolo percentuale, ad esempio 4);
  5. su base imponibile è possibile indicare se si vuole applicare il contributo previdenziale su tutte le righe della fattura, solo su alcune o su nessuna, selezionando o deselezionando un'opzione dal menu a tendina;
  6. qualora si selezioni modifica base imponibile si disabilita il calcolo automatico dell'imponibile su cui verrà applicato il contributo cassa previdenziale, così da personalizzare l'importo modificando la base imponibile su cui sarà applicata l'aliquota cassa: 
  7. Riepilogo mostra un resoconto dei dati che saranno visualizzati sull'xml della fattura;
  8. in caso di inserimento anche della seconda e/o della terza posizione contributiva previdenziale su base imponibile è possibile indicare l'opzione "aggiungi importo del «contributo previdenziale 1» alla base imponibile del «contributo previdenziale 2»". abilitandola, il contributo verrà calcolato su un valore di imponibile che include l'importo del contributo calcolato dalla prima cassa e/o della seconda cassa (in base alla cassa selezionata).   
Per enasarco, visionare la specifica sezione "casi d'uso creazione fatture".
La sezione creazione fattura guidata > regime fiscale > ritenuta consente di inserire i dati relativi alla ritenuta da applicare nel caso in cui la propria cassa previdenziale di appartenenza oppure il tipo di prodotto o servizio inserito in fattura, sia soggetto a ritenuta d'acconto. Per procedere spuntare il campo disattivato per visualizzarlo in verde e attivo e cliccare su modifica (direttamente su modifica qualora la posizione contributiva sia stata già configurata e si voglia variare i dati forniti):



Si visualizzano i parametri da impostare:
  1. tipo ritenuta (campo obbligatorio): scegliere l'opzione desiderata tra quelle indicate nel menu a tendina (é possibile scegliere tra ritenuta pers. fisiche e ritenuta pers. giuridiche;);
  2. aliquota ritenuta (campo obbligatorio): indicare l'aliquota della ritenuta d'acconto e la percentuale dell'imponibile sulla quale deve essere calcolata;
  3. causale pagamento ritenuta: indicare un codice relativo alla causale del pagamento;
  4. su "base imponibile" è possibile indicare se si vuole applicare la ritenuta su tutte le righe della fattura, solo su alcune o su nessuna, selezionando o deselezionando un'opzione dal menù a tendina;
  5. qualora si selezioni modifica base imponibile ritenuta si disabilita il calcolo automatico dell'imponibile su cui verrà applicata la ritenuta d'acconto, così da personalizzare l'importo modificando la base imponibile su cui sarà applicata l'aliquota cassa ritenuta: 
Per enasarco, visionare la specifica sezione "casi d'uso creazione fatture".
Il calcolatore automatico in fondo alla schermata somma in automatico gli importi dei prodotti/beni/servizi, cassa previdenziale, ritenuta inseriti in fattura e indica il netto a pagare della fattura stessa. Disabilitando l'opzione, rimuovendo il flag in corrispondenza di attivo, è possibile impostare manualmente i calcoli.

Cliccare su prosegui in verde in basso a destra per continuare la creazione della fattura. Per visualizzare l'anteprima o salvare in bozze il documento, utilizzare i tasti corrispondenti:
 
 In caso di salvataggio della fattura in "bozze", alla riapertura del documento, il sistema utilizza la modalità predefinita di creazione fattura (tra smart e guidata) indicata nel menu "configurazione > impostazioni". Per ulteriori approfindimenti visionare la guida dedicata
 
La tua opinione è importante per noi!

Non hai trovato quello che cerchi?

Contatta i nostri esperti, sono a tua disposizione.