Riepilogo degli sconti validi sui nostri servizi
#IoRestoACasa
assdfasdfsdaf
 
  Clienti +39 0575 0504
  Partner e CDRL +39 0575 0500
Lun/Ven 08.30-18.00
 
Fatturazione Elettronica > FAQ > Faq nota di credito e fatture cointestate

1.5 Faq nota di credito e fatture cointestate

La sezione casi d'uso delle guide dedicate al servizio di Fatturazione Elettronica consente di visionare esempi utili per la creazione delle Fatture, esemplificazioni di alcuni casi d'uso specifici. Di seguito il dettaglio delle esemplificazioni consultabili (per visionare la guida cliccare su quella desiderata):
A seguito dell'invio di una fattura al sistema di Interscambio (SdI) quest'ultimo effettua dei controlli sincroni e asincroni e in base a questi rilascia un esito sul documento. Di seguito i casi per cui può essere o non essere necessario emettere una nota di credito:

Esito inoltro fatture a privati

È necessario emettere una nota di credito in caso di esito Consegnata o Non consegnata. In questo caso se ci si accorge di aver commesso degli errori nell’elaborazione della fattura, è necessario emettere una nota di credito e successivamente una rifatturazione con nuovo progressivo (in caso contrario la fattura avrà esito scartata in quanto duplicata).

NON è necessario emettere nota di credito a seguito di esito di Scarto. In questo caso procedere con la correzione della fattura errata e inviarla nuovamente utilizzando lo stesso progressivo e la stessa data.

Esito inoltro fatture a PA

Può essere necessario emettere una nota di credito in caso di esito Rifiutata. Di seguito il dettaglio dei casi, che saranno comunicati dalla PA all'utente:
  1. qualora la PA non abbia ancora contabilizzato la fattura, NON è necessario emettere nota di credito. Procedere alla riemissione della medesima fattura corretta (stesso numero e data) e la fattura rifiutata non viene contabilizzata;
  2. qualora la fattura sia stata contabilizzata, è emessa la notifica di rifiuto ed è necessario inviare una nota di credito ed una nuova fattura
NON è necessario emettere nota di credito a seguito di esito di Scarto. In questo caso procedere con la correzione della fattura errata e inviarla nuovamente utilizzando lo stesso progressivo e la stessa data.
Può essere necessario emettere nota di credito a seguito di esito di Accettazione e Decorrenza Termini. Qualora si desideri comunque farla riemettere il documento con nuovo progressivo.

Per le modalità di emissione di una nota di credito visionare la guida dedicata
Come riportato nelle faq dell’Agenzia delle Entrate, si ritiene non plausibile l’emissione di una fattura "cointestata" verso cessionario/committente soggetto passivo IVA (B2B). Nel caso di una fattura emessa nei confronti di un cessionario/committente non soggetto passivo (B2C), la compilazione dei dati fiscali andrà effettuata riportando i dati di uno solo dei soggetti.
 
La tua opinione è importante per noi!

Non hai trovato quello che cerchi?

Contatta i nostri esperti, sono a tua disposizione.