Creazione fattura e funzione Carica fattura > Creazione fattura smart > Creazione fattura smart: dati documento

5.02 Creazione fattura smart: dati documento

Il primo step per la creazione di una fattura è l’inserimento delle informazioni riferite al documento in creazione. I campi sono precompilati da sistema. Di seguito le variazioni che possono essere apportate:

Tipo cliente e Tipo documento

  1. Tipo cliente: dall’apposito menu a tendina, selezionare se inviare la fattura alla PA o a un privato;
  2. Tipo documento: è possibile inviare:
    • fattura - TD01;
    • TD01 - Autofattura;
    • acconto/anticipo acconto su fattura - TD02;
    • acconto/anticipo acconto su parcella - TD03;
    • nota di credito - TD04;
    • nota di debito - TD05;
    • parcella - TD06;
    • integrazione fattura reverse charge interno - TD16;
    • integrazione/autofattura per acquisto servizi dall’estero - TD17;
    • integrazione/autofattura per acquisto beni intracomunitari - TD18;
    • integrazione/autofattura per acquisto di beni ex art.17 c.2 DPR 633/72 - TD19;
    • autofattura per regolarizzazione e integrazione delle fatture (ex art.6 c.8 d.lgs. 471/97 o art.46 c.5 D.L. 331/93) - TD20;
    • autofattura per splafonamento - TD21. Qualora non sia già presente un'anagrafica fornitore, il sistema la crea alla prima selezione di questa autofattura, in quanto il TD21 prevede che i dati cedente/prestatore coincidano con quelli del cessionario/committente. L'anagrafica creata sarà usata anche per i futuri invii di autofatture e può essere modificata dal menu Anagrafica > Fornitori, o è possibile manualmente scegliere un fornitore diverso da Dati cliente;
    • estrazione beni da deposito IVA - TD22;
    • estrazione beni da Deposito IVA con versamento dell’IVA - TD23;
    • fattura differita di cui all’art.21, comma 4, lett. a - TD24;
    • fattura differita di cui all’art.21, comma 4, terzo periodo lett. b - TD25;
    • cessione di beni ammortizzabili - TD26;
    • autofattura per passaggi interni (ex art.36 DPR 633/72) - TD26;
    • fattura per autoconsumo o per cessioni gratuite senza rivalsa - TD27;

Per la creazione di autofattura visionare la specifica sezione Casi d'uso.

Data documento, Sezionale e Progressivo

  1. la data documento è automaticamente impostata dal sistema alla data del giorno di creazione della fattura. Cliccando sull'icona calendario è possibile impostare una data antecedente o successiva;
  2. Sezionale: indicare il sezionale di riferimento se differente da quello impostato come predefinito. Si può scegliere un sezionale predefinito per tipologia di cliente (privato e PA) e di documento (fatture, autofatture e note di credito). Per le note di credito il sezionale predefinito, se non viene modificato, è uguale a quello delle fatture. Per creare un sezionale e impostarlo come predefinito consultare la guida dedicata:
  3. Progressivo: il sistema imposta la numerazione progressiva automatica in base a quella indicata sulla configurazione del sezionale utilizzato. Nel caso in cui si tenti di modificarlo si visualizza l’avviso indicato in figura. Cliccando su Ok, gestisci numerazione è possibile variare il numero.
 
In caso di variazione della data e/o del numero progressivo del documento, e successivo salvataggio della fattura su menu Bozze, il sistema avverte che la data e la numerazione variata saranno rimossi, così da evitare errori in fase di invii successivi, e saranno poi aggiornate automaticamente dal sistema alla riapertura del documento.

Per la creazione di fatture di acconto e fatture a saldo, visionare la specifica sezione casi d'uso creazione fatture.
 
Se si verifica una disconnessione del sistema durante la creazione della fattura viene automaticamente salvata una copia del documento. Per i dettagli visionare la guida dedicata.
 
Quanto è stata utile questa guida?
 

Non hai trovato quello che cerchi?

Contatta i nostri esperti, sono a tua disposizione.