Documentazione necessaria

 

SPID Personale - Professionale - Aziendale - Minore

Per poter attivare un'identità SPID è necessario che il richiedente, in qualità di titolare, rappresentante legale o minore, sia in possesso della seguente documentazione:
  • copia fronte/retro di un documento di riconoscimento: carta d’identità o carta di identità elettronica (CIE)patente di guida o passaporto, in corso di validità e rilasciato dallo Stato italiano.
    Solo in caso di SPID Aziendale per società con legale rappresentante straniero è accettato il passaporto rilasciato dallo Stato di appartenenza.
  • copia fronte/retro della tessera sanitaria in corso di validità e rilasciato dallo Stato italiano.
In assenza della tessera sanitaria consultare la sezione Documenti alternativi alla tessera sanitaria.

SPID Aziendale: documentazione aggiuntiva

Oltre alla documentazione indicata per SPID Personale - Professionale - Aziendale - Minore, è necessario essere in possesso della visura camerale con data di emissione non superiore ai 6 mesi.
Se l'identità SPID Aziendale è richiesta da un'Associazione o Fondazione o da un'altra Istituzione di carattere privato, non in possesso della visura camerale, la personalità giuridica del richiedente deve essere dimostrata tramite la produzione del certificato attestante l'iscrizione nel Registro delle Persone Giuridiche istituito presso la Prefettura ovvero la Regione o Provincia autonoma competenti (ai sensi di quanto previsto nel DPR 361/2000) con data di emissione non superiore ai 6 mesi e che contenga espressamente il nome del legale rappresentante.
Non è accettata la documentazione che attesta l'iscrizione nel RUNTS ad eccezione dei seguenti casi:
  • dell'iscrizione presso il RUNTS effettuata dal notaio ai sensi dell'art. 22 c.2 del Codice del Terzo Settore;
  • dell'iscrizione presso il RUNTS effettuata direttamente ai sensi dell'art. 19 del DM 106/2020;
Aruba si riserva di chiedere ulteriore documentazione.

SPID Minore: documentazione aggiuntiva

 
Oltre alla documentazione indicata per SPID Personale - Professionale - Aziendale - Minore, è necessario essere in possesso dei seguenti documenti:
  • documento di riconoscimento dell'altro genitore non richiedente (carta d’identità, patente o passaporto) in stato valido e rilasciato dallo Stato italiano (esempio: se la richiesta dello SPID Minore è stata inserita con lo SPID della madre, allegare il documento di identità del padre);
  • se il genitore richiedente è l'unico esercente la responsabilità genitoriale sul minore, è necessaria la copia di un documento che lo attesti: nomina in qualità di tutore, documentazione attestante lo stato di abbandono del figlio, affidamento esclusivo o non riconoscimento del figlio da parte di un genitore ecc.

Documenti alternativi alla tessera sanitaria

In alternativa alla tessera sanitaria è necessario essere in possesso del codice fiscale in tessera verde oppure del certificato di attribuzione del codice fiscale rilasciato dall’Agenzia delle Entrate. Di seguito le specifiche sui documenti. 

Codice fiscale in tessera verde 
In corso di validità e rilasciato dallo Stato italiano. Di seguito un'immagine esemplificativa del codice fiscale:
 
Certificato di attribuzione del codice fiscale rilasciato dall’Agenzia delle Entrate
I cittadini italiani residenti all'estero possono fare richiesta tramite l’Ufficio consolare di riferimento. Per maggiori informazioni consultare il sito ufficiale.



Per essere considerato valido il Certificato di attribuzione del codice fiscale deve:
  • essere rilasciato dall'Agenzia delle Entrate;
  • riportare il timbro e la firma (anche digitale) dell'Agenzia delle Entrate, o in alternativa, avere il glifo (per maggiori informazioni sul "glifo" cliccare qui);
  • avere una data di emissione non superiore ai 6 mesi;
  • solo per i cittadini italiani residenti all'estero, deve essere vidimato dall'Ufficio Consolare.
 
Se si è in possesso del Certificato di attribuzione del codice fiscale rilasciato dall’Agenzia delle Entrate, sia in caso di residenza in Italia che all'estero, in fase di registrazione, occorre spuntare la casella in corrispondenza della voce Non sono in possesso della tessera sanitaria. In questo caso, il campo N° identificativo tessera sarà precompilato dal sistema con tutti zeri e il campo Scadenza​ dovrà essere lasciato vuoto:

Esempi di documenti non accettati

  • il certificato provvisorio del codice fiscale rilasciato dalla USL;
  • il codice fiscale in tessera verde rilasciata dall'Agenzia delle Entrate;
  • il codice fiscale in tessera bianca e verde con i caratteri in rilievo.
 
Quanto è stata utile questa guida?