Casi d'uso creazione Fatture > Fatture verso clienti esteri > Consigli per la creazione di fatture intestate a utenti residenti in paesi esteri

10.1 Consigli per la creazione di fatture intestate a utenti residenti in paesi esteri

In caso di creazione fatture intestate a clienti residenti in paesi esteri, ci sono regole e obbligatorietà imposte dal tracciato standard fornito dal sistema di interscambio da rispettare, che si applicano anche a chi opera in regime forfettario. 

Nello specifico, per le fatture attive relative alle operazioni effettuate nei confronti di soggetti non stabiliti in Italia, è obbligatorio che il codice destinatario del cliente estero a cui viene inviata la fattura sia valorizzato con "XXXXXXX". Il tipo documento da utilizzare è fattura-TD01

Inoltre, in analogia con quanto definito nelle faq dell'Agenzia delle Entrate, si consiglia di compilare i campi di seguito riportati come indicato:
  1. IdPaese: selezionare lo specifico paese dal menu a tendina;
  2. IdFiscale: un valore alfanumerico identificativo della controparte (fino ad un massimo di 28 caratteri alfanumerici su cui il SdI non effettua controlli di validità). Se il cliente è un soggetto consumatore finale estero, compilare solo il campo IdFiscale lasciando vuoto il campo CodiceFiscale;
Durante il censimento di un cliente privato in anagrafica, scegliendo su IdPaese un paese diverso da Italia, si verificano le seguenti condizioni:
  • al posto di partita IVA si visualizza il campo IdFiscale da compilare come consigliato sopra;
  • il campo Nazione (in corrispondenza di Sede Fatturazione) è precompilato con il paese scelto su IdPaese (il campo può essere variato);
  • le voci CAP e indirizzo sono unite;
  • il campo Identificativo è precompilato con codice fattura estera e valorizzato con "XXXXXXX" (il campo può essere variato):
Unica eccezione i clienti di San Marino. Se su IdPaese si è scelto San Marino, l'Identificativo sarà precompilato con Codice Destinatario e Codice Destinatario valorizzato con 2R4GTO8 (valore modificabile):



Per non incorrere in errori, si consiglia di ricontrollare sempre le informazioni indicate con il proprio consulente fiscale, così che possa verificare in base al proprio caso.
 
Quanto è stata utile questa guida?
 

Non hai trovato quello che cerchi?

Contatta i nostri esperti, sono a tua disposizione.