Casi d'uso creazione Fatture > Casi frequenti creazione tipologie documenti > Fatture precedute dall'emissione di scontrino o ricevuta fiscale

10.4 Fatture precedute dall'emissione di scontrino o ricevuta fiscale

Quando le fatture elettroniche sono precedute dall'emissione di scontrino o ricevuta fiscale (o, in caso di trasmissione telematica dei corrispettivi, da un documento commerciale), nella fattura vanno riportati gli estremi identificativi dello scontrino/ricevuta, cioè il blocco informativo AltriDatiGestionali va compilato come di seguito indicato.

Per procedere, autenticarsi al pannello, quindi,in fase di creazione fattura, dal menu a rotella in corrispondenza di un singolo prodotto e/o servizio, selezionare la voce Aggiungi dati:



Alla schermata visualizzata selezionare la scheda Altri Dati > Aggiungi riga:



Indicare le voci come di seguito consigliato e secondo le specifche tecniche operative disponibili nella rappresentazione tabella del tracciato fattura ordinaria:
  • TipoDato: indicare il dato che identifica la tipologia di informazione, nel caso dello scontrino possiamo indicare scontrino mentre nel caso della ricevuta possiamo indicare ricevuta; da considerare che è un campo obbligatorio ma è possibile scrivere qualsiasi descrizione l'importante è che la lunghezza massima dei caratteri non sia superiore a 10;
  • RiferimentoTesto: indicare il valore alfanumerico riferito alla tipologia di informazione, ad esempio l'identificativo alfanumerico dello scontrino (o della ricevuta o del documento commerciale); la lunghezza massima è di 60 caratteri;
  • RiferimentoNumero: indicare il valore numerico riferito alla tipologia di informazione, ad esempio il numero progressivo dello scontrino (o della ricevuta o del documento commerciale); la lunghezza del formato numerico va da 4 a 21 caratteri ed i decimali vanno separati dall'intero con il carattere ',' (virgola);
  • RiferimentoData: indicare la data riferita alla tipologia di informazione. Al fine di riportare in fattura il riferimento ad uno scontrino o ad un documento commerciale l'elemento RiferimentoData va valorizzato con la data di emissione dello scontrino (o del documento commerciale), con la seguente precisione: GG-MM-AAAA.
Per ulteriori approfondimenti verificare anche la faq n. 45 pubblicata il 21 dicembre 2018 dall'AdE.
 
Per non incorrere in errori, si consiglia di ricontrollare le informazioni indicate con il proprio consulente fiscale, così che possa verificare in base al proprio caso specifico.
 
Quanto è stata utile questa guida?
 

Non hai trovato quello che cerchi?

Contatta i nostri esperti, sono a tua disposizione.