Informazioni commerciali +39 0575 05077
  Clienti +39 0575 0504
  Partner e CDRL +39 0575 0500
Lun/Ven 08.30-18.00
 

2.3.2 Fatturazione Elettronica: "Configurazione > Regime Fiscale"

La sezione "Regime Fiscale" permette di impostare "Regime Fiscale", "Esegibilità IVA", "Cassa previdenziale" e "Ritenuta", da associare al proprio profilo di Fatturazione. I parametri configurati sono utilizzati come predefiniti per la creazione delle Fatture, e sono precompilati di default nelle sezioni "Regime fiscale" sia in caso di utilizzo di "Modalità Smart" che "Modalità guidata". 

Di seguito i dettagli:
Selezionare, dall'apposito menù a tendina, il Regime Fiscale di riferimento. Il sistema permette di scegliere una tra le seguenti tipologie:
  • RF01-Regime Ordinario;
  • RF02-Regime Contribuenti minimi (art.1, c.96-117, L.244/07);
  • RF04-Regime Agricoltura e attività connesse e pesca (art.34 e 34-bis, D.P.R. 633/72);
  • RF05-Regime Vendita sali e tabacchi(art.74, c.1, D.P.R. 633/72);
  • RF06-Regime Commercio fiammiferi (art.74, c.1, D.P.R. 633/72);
  • RF07-Regime Editoria (art.74, c.1, D.P.R. 633/72);
  • RF08-Regime Gestione servizi telefonia pubblica (art.74, c.1, D.P.R. 633/72);
  • RF09-Regime Rivendita documenti di trasporto pubblico e di sosta (art.74, c.1, D.P.R. 633/72);
  • RF10-Regime Intrattenimenti, giochi e altre attività di cui alla tariffa allegata al DPR 640/72 (art.74, c.6, D.P.R. 633/72);
  • RF11-Regime Agenzie viaggi e turismo (art.74-ter, D.P.R. 633/72);
  • RF12-Regime Agriturismo (art.5, c.2, L. 413/91);
  • RF13-Regime Vendite a domicilio (art.25-bis, c.6, D.P.R. 600/73);
  • RF14-Regime Rivendita beni usati, oggetti d'arte, d'antiquariato o da collezione (art.36, D.L. 41/95);
  • RF15-Regime Agenzie di vendite all'asta di oggetti d'arte, antiquariato o da collezione (art.40-bis, D.L. 41/95);
  • RF16-IVA per cassa P.A. (art. 6, c.5, D.P.R. 633/1972);
  • RF17-IVA per cassa (art. 32-bis, D.L. 83/2012);
  • RF19-Regime forfettario;
  • RF18-Altro.
Cliccare su "PROSEGUI"  per accedere alla sezione "CONFIGURAZIONE ESEGIBILITA' IVA" (per i dettagli visionare la sezione successiva di questa stessa guida):

La sezione "CONFIGURAZIONE FATTURAZIONE ELETTRONICA > Esegibilità Iva" consente di indicare il regime di esigibilità dell'IVA (differita o immediata) o la modalità di versamento dell'imposta (scissione dei pagamenti), da utilizzare come predefiniti. Per configurarla, attivare il dato cliccando su "NON ATTIVO":



Quindi, dall'apposito menù a tendina è possibile scegliere:
  1. IVA ad esigibilità immediata: selezionando l'opzione il versamento dell'IVA avviene al momento dell'emissione della fattura, anche se non ancora pagata;
  2. IVA ad esigibilità differita: il versamento dell'IVA avviene al momento della riscossione della fattura;
  3. Scissione dei pagamenti: Attivando l’opzione la PA paga direttamente l'importo IVA all'ERARIO e quindi chi emette fattura riceve gli importi al netto dell'IVA;
  4. Cliccare su "PROSEGUI" per accedere alla sezione "CONFIGURAZIONE CASSA PREVIDENZIALE" (per i dettagli visionare la sezione successiva di questa stessa guida):
La sezione "CONFIGURAZIONE FATTURAZIONE ELETTRONICA > CASSA PREVIDENZIALE" consente di impostare, se necessario, fino a tre posizioni contributive previdenziali da utilizzare di default nelle fatture in creazione.

Per procedere, attivare il campo "Contributo previdenziale 1", quindi configurare i seguenti parametri:
  1. Tipo cassa (campo obbligatorio): Scegliere l'opzione desiderata tra quelle indicate nel menù a tendina (ad esempio cassa previdenza dottori commercialisti come in figura esemplificativa sottostante);
  2. Aliquota Cassa (campo obbligatorio): indicare il valore dell'aliquota contributiva prevista per la cassa di previdenza (inserire il valore senza il simbolo percentuale, ad esempio 22) e la percentuale dell'imponibile sulla quale deve essere calcolata;
  3. Trattenuta/Rivalsa (campo obbligatorio): consente di impostare i seguenti parametri:
    • Rivalsa: se si sceglie questa voce l'importo del contributo previdenziale viene addebitato in fattura al Destinatario, aumentando il "netto a pagare ";
    • Trattenuta: se si sceglie questa voce l'importo del contributo previdenziale viene sottratto dal "netto a pagare" e versato dal Destinatario;
  4. Codice IVA (campo obbligatorio): indicare l'aliquota IVA applicata all'importo contributivo;
  5. Se necessario attivare anche la seconda (come da immagine esemplificativa) e/o la terza posizione contributiva previdenziale e inserire i valori sopra indicati;
  6. In caso di inserimento anche della seconda e/o della terza posizione contributiva previdenziale è possibile inserire il flag in corrispondenza dell'opzione "Aggiungi importo del "Contributo previdenziale 1" alla base imponibile del "Contributo previdenziale 2". In questo caso il contributo verrà calcolato sul valore base imponibile più l'importo calcolato dalla prima cassa e/o della seconda cassa (in base alla cassa selezionata);
  7. Cliccare su "PROSEGUI" per accedere alla sezione "CONFIGURAZIONE RITENUTA" (per i dettagli visionare la sezione successiva di questa stessa guida): 
La sezione "CONFIGURAZIONE FATTURAZIONE ELETTRONICA > RITENUTA", consente di inserire gli eventuali dati relativi alla ritenuta d'acconto da applicare di default alle fatture create su Pannello "Fatturazione Elettronica", nel caso in cui la propria cassa previdenziale di appartenenza vi sia soggetta. 

Per procedere, attivare il campo "Ritenuta", quindi configurare i seguenti parametri:
  1. Tipo ritenuta (campo obbligatorio): Scegliere l'opzione desiderata tra quelle indicate nel menù a tendina (é possibile scegliere tra Ritenuta pers. Fisiche e Ritenuta pers. Giuridiche;);
  2. Aliquota ritenuta (campo obbligatorio): indicare la percentuale della ritenuta d'acconto e la percentuale dell'imponibile sulla quale deve essere calcolata;
  3. Causale Pagamento Ritenuta (campo obbligatorio): indicare un codice relativo alla causale del pagamento;
  4. E' possibile aggiungere l'importo del "Contributo previdenziale 1" alla base imponibile della ritenuta, inserendo il flag in corrispondenza dell'opzione.  
  5. Cliccare su "PROSEGUI" per accedere alla sezione "Modo creazione Fattura" (per i dettagli visionare la guida dedicata):
 
 I parametri configurati sono utilizzati come predefiniti per la creazione delle Fatture, e sono precompilati di default nelle sezioni "Regime fiscale" sia in caso di utilizzo di "Modalità Smart" che "Modalità guidata". I valori inseriti sono modificabili in qualunque momento dal menù "CONFIGURAZIONE > Regime Fiscale" del Pannello "Fatturazione Elettronica". Per le modalità cliccare qui.
 
La tua opinione è importante per noi!

Non hai trovato quello che cerchi?

Contatta i nostri esperti, sono a tua disposizione.