Informazioni commerciali +39 0575 05077
  Clienti +39 0575 0504
  Partner e CDRL +39 0575 0500
Lun/Ven 08.30-18.00
pec.it Area clienti
ASSISTENZA 24/7
Clienti +39 0575 0504
Partner e CDRL +39 0575 0500 (Lun/Ven 08.30-18.00) Assistenza tramite ticket
INFORMAZIONI COMMERCIALI
Telefono +39 0575 05077 Tramite ticket
guide.pec.it guide.serverdedicati.aruba.it guide.hosting.aruba.it kb.cloud.it
 
Docfly - Fatturazione PA > 6 - Trasmissione Fatture alla PA > Decorrenza termini di consegna della fattura alla PA

6.6.3 Decorrenza termini di consegna della fattura alla PA

Dal momento che la PA riceve la fattura da SdI (fattura consegnata), ha tempo 15 giorni per poter restituire una risposta (notifica di cessionario/committente) di accettazione o rifiuto. La notifica di accettazione o rifiuto implica che la PA sia stata in grado di verificare la regolarità contabile dei dati riportati nella fattura.
Se la PA non restituisce a SdI nessuna risposta, passati 15 giorni dalla consegna della fattura alla PA, SdI restituisce una notifica di decorrenza termini di consegna.

Cosa fare in caso di decorrenza termini di consegna della fattura alla PA

In caso di decorrenza dei termini si consiglia all'utente di contattare direttamente la PA, inviandogli per posta elettronica sia la fattura sia la notifica di decorrenza termini ricevuta. A seconda del livello di informatizzazione e di organizzazione della PA il controllo sulla regolarità e sulla coerenza della fattura potrebbe essere eseguito prima o dopo la registrazione della stessa nel RUF. L'utente avrà quindi due possibili scenari successivi:
  • una accettazione della fattura
    vedi la guida dedicata
  • un rifiuto della fattura
    in caso di rifiuto della fattura da parte della PA, l'utente dovrà emettere una nota di credito per quella fattura. Questo perché, come riportato all'art. 23 del DPR 633/72, il cedente/prestatore ha tempo 15 giorni per registrare la fattura di vendita e questi sono già trascorsi. Dopo l'emissione della nota di credito sarà necessario procedere alla creazione di una nuova fattura con le modifiche che la PA avrà segnalato (cioè le cause del rifiuto della prima fattura), ricordandosi di cambiare la numerazione.
Bookmark and Share
La tua opinione è importante per noi!